Ottima miniserie del 2016: la scrive e la dirige Zaillian che per il cinema ha diretto qualche film trascurabile e sceneggiato cose come Schindler’s List e L’arte di vincere. Qui scrive una storia dagli accenti e atmosfere kafkiani con al centro un avvocato dai modi dimessi (un grande John Turturro) che cerca di scagionare il suo giovane assistito da un’accusa di omicidio.

Funziona un po’ tutto: il cast, le ambientazioni, il realismo della messa in scena e dei dialoghi, la verosimiglianza dell’intreccio e l’atmosfera cupa, da vero incubo, che avvolge l’intera narrazione.

Splendida davvero, 9

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...